Recensione Nikon Z7 – First Look – La più importante fotocamera Nikon dal 1959

La Nikon Z7 è finalmente arrivata. La fotocamera mirrorless full-frame di Nikon sulla quale si è detto di tutto negli ultimi 2 anni ora è una realtà.

Con Sony che mangia la quota di mercato full-frame di Nikon con prodotti come Alpha A7R III e A7 III, la Z7 ha bisogno di andare a segno – non c’è da stupirsi, quindi, che Nikon abbia affermato che la Z7 è la fotocamera più importante dal 1959.

Tuttavia, Nikon non ha lanciato una nuova fotocamera, ne ha lanciate ben due. Infatti oltre alla Z7 da 45.7MP arriva anche la Nikon Z6 da 24.5MP, che sebbene identica nel design è commercializzata come più versatile, e sarà un po ‘più economica. È interessante notare che entrambe le fotocamere non sono mirate specificamente ai professionisti, con un manager di marketing Nikon che suggerisce durante un briefing pre-lancio che “devi lasciare qualcosa per il futuro”.

Tornando alla Z7, Nikon spera che la sua nuova fotocamera non attiri solo nuovi utenti, ma soddisfi anche la domanda degli attuali utenti Nikon DSLR.

L’attesa vale la pena?

Nikon Z7: caratteristiche

  • Sensore CMOS a FULL FRAME da 45,7 megapixel
  • Nuova montatura per l’obiettivo
  • Stabilizzazione dell’immagine a 5 assi integrata
  • Montatura dell’obiettivo: attacco Nikon Z.
  • Schermo: touchscreen inclinabile da 3,2 pollici, 2.100.000 punti
  • Scatto a raffica: 9 fps
  • Autofocus: AF a 493 punti
  • Video: 4K
  • Connettività: Bluetooth e Wi-Fi
  • Durata della batteria: 330 scatti
  • Peso: 675 g con batteria e scheda di memoria

Poiché la Z7 è l’offerta mirrorless ad alta risoluzione di Nikon, non sorprende che sia dotata di un sensore full-frame da 45,7 megapixel retroilluminato con una gamma ISO nativa che va da ISO64 a 25.600. La Nikon Z7 offre anche una gamma ISO estesa che va da 32 a 102.400.

Se questo suona familiare, è perché è la stessa risoluzione e gamma ISO nativa del sensore nella reflex digitale full frame D850 di Nikon. Tuttavia, non è lo stesso sensore, dato che questo nuovo chip ha anche il cablaggio del sistema AF a rilevamento di fase 493 punti della Z7 –  più avanti ne parleremo in modo più dettagliato.

Nikon si vanta anche di avere il più alto numero di pixel per una fotocamera mirrorless full-frame, superando l’Alpha A7R III 42.2MP di Sony. Cerchiamo di essere onesti però – che cosa cambia in soli 3,5 MP?

La famosa montatura Nikon-F è in circolazione dal 1959, il che significa che c’è una vasta gamma di opzioni quando si tratta di obiettivi, sia nuovi che vecchi (anche se per ottenere il meglio dagli ultimi sensori si deve usare il vetro moderno).

Tuttavia, Nikon ha preso la coraggiosa decisione di abbandonare la montatura F per le sue nuove fotocamere mirrorless full-frame, optando invece per un design completamente nuovo di innesto dell’obiettivo che sarà noto come attacco Z.

Il passaggio a una nuova montatura non è una sorpresa, poiché il nuovo sistema mirrorless offre agli ingegneri Nikon una tela bianca con cui lavorare, consentendo loro di progettare obiettivi che non superano solo gli obiettivi con montatura F per la qualità dell’immagine, ma che sfruttano al massimo anche il sensore ad alta risoluzione nella nuova Nikon Z7.

Con un diametro di 55 mm (il supporto F ha un diametro di 44 mm), Nikon ritiene che il nuovo attacco fornisca il miglior equilibrio tra diametro del supporto, dimensioni del sensore e distanza focale della flangia (16 mm).

Il nuovo diametro di innesto consente di ottenere obiettivi con aperture massime fino a f / 0.95, il che significa che avremo l’appetitosa prospettiva di alcune ottiche ultraveloci (e ultra costose) che arriveranno in futuro, tra cui una messa a fuoco manuale solo 58mm f / 0,95.

Per ora però, tre nuovi obiettivi sono stati annunciati :

  • zoom standard da 24-70mm f / 4
  • grandangolo 35mm f / 1.8
  • standard 50mm f / 1.8

Se sei già un utente Nikon con una borsa piena di obiettivi con innesto F e sei tentato dalla nuova Z7, la buona notizia è che Nikon sta lanciando un nuovo adattatore di montaggio insieme alla Z7. Denominato adattatore FTZ, sarà compatibile con circa 360 obiettivi Nikon e supporterà la velocità AF completa di Z7 con oltre 90 obiettivi AF-S e AF-P.

La Nikon Z7 sfoggia un mirino elettronico Quad-VGA da 3,6-milioni di punti (EVF) da 0,5 pollici con un impressionante ingrandimento di 0,80x. Nikon è entusiasta di sottolineare che l’EVF utilizza le proprie ottiche per una chiarezza ancora maggiore, mentre ha una velocità di visualizzazione fino a 60p. L’EVF è supportato da un ampio touchscreen inclinabile da 3,2 pollici con una risoluzione di 2.100.000 punti, mentre è disponibile anche un piccolo LCD con piastra superiore per visualizzare le informazioni di ripresa principali.

Per aiutarti a catturare immagini nitide in un’ampia gamma di scenari di ripresa, la Nikon Z7 è dotata di un sistema di stabilizzazione dell’immagine a cinque assi incorporato che offre fino a cinque stop di compensazione. Se hai intenzione di utilizzare gli obiettivi con innesto F (Riduzione Vibrazioni) VR esistenti sulla Nikon Z7 tramite l’adattatore di montaggio, la VR incorporata della videocamera si regolerà automaticamente per supportare quel sistema.

Non sorprende vedere la Nikon Z7 con registrazione video UHD 4K senza ritaglio del sensore fino a 30p, mentre c’è anche la possibilità di girare video Full HD in 60p e filmati al rallentatore 120p in formato HD. Oltre a questo, la Z7 offreuna  uscita HDMI a 10 bit 4:2:2(interna a 8 bit) e un nuovo formato N Log (solo registrazione esterna) progettato per preservare l’ampia gamma di colori e la gamma dinamica registrati dal sensore.

C’è anche un sistema elettronico di riduzione delle vibrazioni (noto come E-VR) per ridurre l’impatto delle vibrazioni della fotocamera quando si riprendono i filmati a mano libera, e ci sono delle porte per un microfono esterno e un monitoraggio audio. Lo Z7 è anche compatibile con Timecode In / out, facilitando la sincronizzazione di più dispositivi compatibili durante le riprese, per un editing post-produzione senza problemi in seguito.

Nikon Z7 - Schede di memoria XQD

Nikon Z7 – Schede di memoria XQD

Nikon ha preso un’altra decisione audace nel dare alla Nikon Z7 un singolo slot per schede XQD – non c’è supporto SD qui. Mentre il formato XQD offre notevoli vantaggi prestazionali rispetto ai supporti SD, possiamo immaginare che questa sarà una caratteristica piuttosto controversa della Z7, poiché attualmente solo Sony rende compatibili (e costose) le schede XQD. Il parere  di Nikon, tuttavia, è che l’utilizzo di XQD consentirà agli utenti di sfruttare gli enormi vantaggi in termini di prestazioni delle future schede CFExpress (essenzialmente un aggiornamento al formato XQD e con un supporto più ampio del produttore).

La Nikon Z7 ha una nuova batteria ricaricabile agli ioni di litio, la EN-EL15b, ma la fotocamera è anche compatibile con la batteria EN-EL15a usata in simili D850; tuttavia, a differenza dell’unità precedente, EN-EL15b supporta la ricarica USB. Purtroppo, Nikon cita solo una durata della batteria pari a 330 scatti per la Z7 – contro la durata della batteria da 1.840-scatti della D850; presumibilmente nell’uso reale è più probabile ottenere circa 600 scatti, ma dovremo metterlo alla prova e testarlo.

Nikon Z7: qualità costruttiva ed ergonomicità

  • Lo stesso livello di impermeabilità della D850
  • Impugnatura ampia e comoda
  • Layout di controllo familiare

Onestamente la Nikon Z7 non è la fotocamera mirrorless esteticamente  più piacevole che abbiamo visto, con un design molto funzionale, e sembra un po ‘come una Nikon 1 V2 sotto  steroidi da un certo punto di vista.

Tuttavia, qualsiasi preoccupazione che questo possa avere un impatto sulla gestione viene dissipata non appena la si prende in mano. Con la sua impugnatura ampia e comoda, trasmette una sensazione di familiartà agli attuali utenti Nikon DSLR.

È sicuramente più piccola e leggera di una DSLR full-frame Nikon di fascia alta, ma Nikon è stata intelligente e ha mantenuto un layout di controllo familiare per la Z7, il che significa che gli attuali utenti Nikon DSLR non avranno alcun problema ad adattarsi alla nuova fotocamera.

Questa filosofia è trasferita all’interfaccia utente della Z7, che ha un design simile a quello delle attuali reflex digitali Nikon, con i suoi vari sottomenu che corrono lungo il lato sinistro del display.

Può essere più compatto di una Nikon DSLR, ma questo non significa che Nikon abbia lesinato sulla qualità di costruzione della Z7, infatti la società che afferma che la nuova fotocamera ha lo stesso livello di impermeabilità della D850.

Nikon Z7 - Menu di controllo

Nikon Z7 – Menu di controllo

Nikon Z7 – Autofocus

  • Sistema AF a 493 punti
  • Copertura dell’immagine del 90%
  • La messa a fuoco è veloce con l’adattatore FTZ

La Nikon Z7 utilizza un nuovissimo sistema di autofocus ibrido, con 493 punti AF a rilevamento di fase supportati da un sistema di rilevamento del contrasto. Ciò significa che la Z7 vanta una copertura dell’area di messa a fuoco del 90% del fotogramma.

Nella modalità AF singola puoi scegliere Area automatica, Area estesa (con aree di messa a fuoco piccole o grandi) e Modalità punto singolo o, se hai bisogno di essere veramente preciso, Pin-point. Passa alla modalità AF continuo della Z7 e, insieme a queste modalità, ottieni Dynamic AF, che verrà utilizzato principalmente per il rilevamento della messa a fuoco. Come con altri sistemi di messa a fuoco Nikon di fascia alta, è possibile adattare la sensibilità di tracciamento e altri parametri a seconda di come il soggetto si muove in modo irregolare.

Durante il nostro breve tempo di utilizzo con la fotocamera non siamo stati in grado di testare completamente le velocità di messa a fuoco, quindi dovremo aspettare fino a quando non saremo in grado di testare correttamente la fotocamera sul campo prima di dare un giudizio definitivo. Tuttavia, le impressioni iniziali erano molto buone, con la messa a fuoco rapida quando si utilizzavano tutti e tre i nuovi obiettivi con attacco Z. Abbiamo anche testato l’adattatore di montaggio FTZ e il modo in cui gli obiettivi con attacco F sembravano funzionare perfettamente con lo Z7 dovrebbe renderlo una proposta molto allettante per gli utenti Nikon esistenti.

Nikon Z7: prestazioni

  • Scatto rapido a 9fps
  • EVF grande e luminoso
  • Il touchscreen è reattivo

Grazie in parte da un nuovo motore di elaborazione delle immagini EXPEED 6, la Z7 può scattare a 9fps , superando i 7fps della D850, ma proprio dietro i 10fps della Sony Alpha A7R III. Ha anche la possibilità di scattare in silenzio grazie aò suo otturatore elettronico.

Il display è ampio e luminoso, davvero eccellente, con la giusta quantità di informazioni sui parametri princiapali.

Nikon Z7 - Display

Nikon Z7 – Display

Spostandosi sul retro della Z7, il touchscreen è ben integrato nella funzionalità della fotocamera. Mentre l’ultima gamma di fotocamere mirrorless full-frame di Sony ha introdotto provvisoriamente il funzionamento del touchscreen, limitando le opzioni principalmente al tap-focus e al tap-shutter (oltre a rivedere le immagini), il sistema della Nikon Z7 ti consente di tap-pare le voci nel menu. Nonostante la fotocamera abbia uno schermo a risoluzione inferiore rispetto alla D850, la chiarezza del display è molto buona, con il testo all’interno dei menu reso molto nitido.

Nikon Z7: qualità dell’immagine

  • Aspettatevi una qualità d’immagine simile a D850
  • Potenziale per la qualità dell’immagine leader della categoria
  • Nuovo design del sensore

La qualità delle immagini dal sensore 45.7MP retroilluminato dovrebbe essere allo stesso livello della Nikon da 45.7MP D850. La qualità delle immagini potrebbe essere addirittura superiore alla D850 grazie al nuovo motore di elaborazione delle immagini EXPEED 6, ma dovremo aspettare e vedere.

Nikon Z7: la nostra opinione

Potrebbe non essere la fotocamera esteticamente più accattivante sul mercato ma ci sono tante caratteristiche di pregio su questa Nikon Z7.

La decisione di optare per un nuovo innesto è una mossa audace e apre nuove possibilità ai progettisti di obiettivi Nikon. Se hai una selezione di obiettivi con innesto F, assicurati che siano gli ultimi design designati di AF-S o AF-P , dato che l’adattatore opzionale FTZ fa un lavoro eccellente con queste ottiche.

Il singolo slot per schede XQD fa storcere un pò il naso. Non c’è dubbio che questo è un formato migliore rispetto ai supporti SD, ma con solo Sony che attualmente produce queste schede non offre agli utenti una grande scelta, per non parlare del costo più alto.

Se la qualità dell’immagine dal sensore 45.7MP è simile ai risultati della D850, questa fotocamera non deluderà, mentre il nuovo sistema a 493 punti offre nuove prospettive. Aggiungete riprese a raffica a 9fps, un EVF nitidissimo e maneggevolezza, e sembra che il duro lavoro di Nikon nello sviluppo della Z7 abbia dato i suoi frutti. Non vediamo l’ora di mettere le mani su un campione di produzione finale e trascorrere un po ‘di tempo con questa fotocamera.


PRO

  • Sensore a pieno formato da 45,7 MP
  • EVF ad alta risoluzione
  • 9fps scoppiano le riprese
  • Sistema AF a 493 punti
  • Maneggevolezza familiare e raffinata
  • Interfaccia touchscreen
  • Acquisizione video 4K
  • Sistema IS a 5 assi

CONTRO

  • Il formato della scheda XQD ha un supporto limitato
  • Gamma di obiettivi dedicati limitata (per ora)
  • La durata della batteria è deludente
LGD Informatica
We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

LGD Informatica
Logo